Come migliorare la digestione in modo naturale

Come migliorare la digestione in modo naturale

Come migliorare la digestione in modo naturale

I problemi a livello digestivo si manifestano solitamente con dolore, bruciore di stomaco, pesantezza, sazietà precoce e gonfiore.

Alcuni stili di vita scorretti determinano una maggior difficoltà per lo stomaco, ad esempio una masticazione insufficiente, mangiare in maniera frettolosa, fare dei pasti abbondanti e sdraiarsi dopo aver mangiato.

La sonnolenza post prandiale è un processo che può verificarsi perché, quando digeriamo, il sangue viene richiamato verso l’apparato digerente e questo può indurre sonnolenza, difficoltà di concentrazione e mal di testa. La cattiva digestione spesso si associa ad alterazioni dell’umore.  La buona digestione inizia in cucina, per questo è importante la qualità di ciò che mangiamo.

Non sempre lo stomaco riesce a produrre i succhi gastrici necessari a procedere con la normale digestione, soprattutto quando c’è un eccesso di alimenti ricchi di proteine (carne e suoi derivati).

Mastica bene il cibo e ascolta il tuo corpo

Un consiglio è quello di masticare a lungo per non sovraccaricare gli organi deputati alla digestione. Più in generale è preferibile limitare l’assunzione di cibi grassi, aumentare lo spazio dedicato a frutta e verdura e aumentare il numero dei pasti da tre a cinque (colazione, spuntino, pranzo, spuntino e cena).

Per favorire la digestione è fondamentale osservare alcuni accorgimenti di natura alimentare:

  • Evitare di cuocere gli alimenti a lungo o con molta acqua (ad esempio zuppe)
  • Iniziare il pasto con verdura cruda
  • Condire la carne e il pesce con succo di limone oppure olio extravergine di oliva con sale, rosmarino, prezzemolo, aglio e aceto

Tra gli alimenti che favoriscono la digestione ci sono i carciofi e i finocchi, ma anche erbe aromatiche come la menta. Un’idea potrebbe essere quella di aggiungerla alle verdure o al pesce. Un bel piatto di riso, condito con olio extravergine d’oliva può rappresentare una buona e sana alternativa durante la pausa pranzo quando qualcosa non va nel nostro organismo.

E lo stesso discorso vale per le verdure crude e il pane integrale, meglio se senza lievito. Tra gli alimenti altamente digeribili ci sono inoltre il miele, il tè e le patate, ma attenzione ad alcuni abbinamenti. Per evitare problemi dopo i pasti sarebbe opportuno non abbinare mai carne, pesce e uova, ma nemmeno formaggio e carne. Anche patate e cereali non andrebbero mai accompagnati a pomodori e formaggi.

I rimedi naturali più efficaci sono:

  • Liquirizia, è la radice dalle notevoli proprietà digestive, antinfiammatorie e protettive per le mucose intestinali.
  • Anice, i semi di anice, proprio come i semi del finocchio e del coriandolo, conservano la capacità di inibire i processi fermentativi e ridurre le contrazioni della muscolatura liscia dell’intestino, favorendo le funzioni digestive anche in caso di pasti abbonanti e ricchi di grassi.
  • Genziana, questa radice aumenta la motilità e la secrezione gastrica e favorisce la digestione.

Attenzione, infine, alle calorie, perché sovrappeso e obesità sono fattori che non aiutano la digestione. Andare a dormire subito dopo aver cenato non favorisce la digestione, la cena andrebbe consumata circa due ore prima di mettersi a letto.

 

Ho trattato questo argomento in maniera molto più approfondita in un articolo di Yellowsquash che puoi leggere CLICCANDO QUI.

TI È piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO con i tuoi amici sui social

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email
Share on print
Monia Caramma

Monia Caramma

Chief R&D Officer in Macaronicus e Food designer, da 20 anni si occupa di cereali antichi e delle loro proprietà salutiste studiandone tutti gli aspetti, dal seme al prodotto trasformato. Dal 2018 è referente europea di Sorghum-ID per la produzione di pasta di sorgo, è relatrice e speaker in conferenze dedicate all’alimentazione funzionale. Nel 2018 uno dei prodotti da lei formulati ha vinto il premio Let’s Emerge Award nell’edizione italiana di Seed&Chips dedicata alla food innovation.
Monia Caramma

Monia Caramma

Chief R&D Officer in Macaronicus e Food designer, da 20 anni si occupa di cereali antichi e delle loro proprietà salutiste studiandone tutti gli aspetti, dal seme al prodotto trasformato. Dal 2018 è referente europea di Sorghum-ID per la produzione di pasta di sorgo, è relatrice e speaker in conferenze dedicate all’alimentazione funzionale. Nel 2018 uno dei prodotti da lei formulati ha vinto il premio Let’s Emerge Award nell’edizione italiana di Seed&Chips dedicata alla food innovation.

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

IN ESCLUSIVA PER TE

LA RICETTA DEL TODAY SHOW

La pasta Apuntino è stata presentata al Today Show con una ricetta speciale, che ne esalta a pieno le sue proprietà. Ti piacerebbe averla?

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Privacy policy